El Capricho italia

El Capricho italia

La Fenice distributore di Bodega El Capricho

Un piccolo gioiello nel cuore della provincia di Leon, in Spagna, Bodega El Capricho è uno dei paradisi per gli amanti della carne.

La Fenice è distributore esclusivo per l’Italia di El Capricho, da dove si dice che proprio qui nel 2007 iniziò il grande hype sulla Rubia Gallega che ha fatto diventare così famosa questa razza bovina tipica della penisola iberica. Da una cena preparata dal patron José Gordón e che mandò in solluchero il giornalista del Time. Che titolò della miglior bistecca di bue al mondo!

La tradizione del dry aged

Da allora José Gordón non si è più fermato ed ha affinato ancora le sue conoscenze e capacità nell’invecchiamento della carne. La sua selezione di buoi e mucche -lui le definisce “vacche da lavoro” perché cerca le bestie che sono cresciute lavorando, muovendosi-, le celle scavate nelle colline di Jiménez de Jamuz, le camere per il dry ageing hanno portato Bodega El Capricho alla preparazione di un prodotto diventato famoso in tutto il mondo.

Tra le migliori bistecche al mondo

Tra foodies, gourmet, chefs ed “addetti ai lavori” la fama di El Capricho si è sparsa di bocca in bocca. Facendone uno dei brand della carne di bue e di vacca più conosciuti e rinomati.

La stampa non ha mai smesso di raccontare le meraviglie di questo angolo magico della Spagna e l’eccellenza raggiunta da José Gordón.

Ne ha parlato pochi giorni fa il Corriere della Sera, in un pezzo su “i 15 ristoranti dove di mangia la migliore carne al mondo

Ma è solo l’ultimo dei tanti pezzi usciti, a partire da quello famoso, del 2007 sul Time. A proposito, eccolo qui.

Gli amici di Bodega El Capricho ne sono molto orgogliosi e hanno collezionato i più importanti.

Orgogliosi di essere importatori esclusivi Bodega El Capricho

E certo non solo loro sono orgogliosi di un prodotto tanto riconosciuto. Anche noi lo siamo molto, per essere diventati il loro importatore esclusivo per l’Italia. Con l’obiettivo di favorire la diffusione della loro carne e della cultura di lavorazione di bue e vacca dry aged. Jose Gordon lavora le sue lombate portandole ad almeno 90 giorni di dry ageing.

E ci dice: “non ci sono ricette già pronte, non c’è un invecchiamento che va bene per tutte le razze o tutti gli animali; è la mia abitudine a guardare questi animali a farmi capire qual è il momento opportuno”

Certe meraviglie arrivano solo grazie a grandi conoscenze.

Lieti di poterne godere, insieme a voi

Alberto