fbpx
Mangalica maiale pecora UngheriaMangalica maiale pecora Ungheria

Mangalica

Mangalica maiale pecoraMangalica maiale pecora

Mangalica

Maiale MangalicaMaiale Mangalica

Mangalica

La carne di Mangalica, il maiale-pecora

Il Mangalica, specie originaria dell’Ungheria, è il risultato di svariati incrocio tra una razza di maiali portati dagli antichi romani e un maiale di montagna semi selvaggio.

Noto anche come maiale-pecora per il foIto pelo e per il grasso infiltrato, il Mangalica si è sviluppato nei secoli per la capacità ideale di adattamento ai freddi inverni ungheresi dove questa specie vive.

Dopo la seconda guerra mondiale il Mangalica iniziò un lento processo di estinzione, sostituito dal più redditizio maiale bianco, fino al 1991 quando se ne contavano solo 200 scrofe in tutta l’Ungheria.

La famiglia Monte Nevado, già forte di una tradizione di lavorazione del maiale nero iberico, trovò nella specie molte affinità e da allora lavora alla preservazione della specie. 

Allevamento e qualità

Il Mangalica, viene allevato in modo semi-intensivo (con accesso cioè ai cortili e la possibilità di muoversi). Le scrofe riposano in giacigli di paglia, senza gabbie.

Non sono sottoposti antibiotico o OGM usato come misura massiccia o preventiva. La carne non contiene OGM, antibiotici o soia.
Gli allevamenti sono realizzati in modo da non procurare stress ai maiali durante la loro vita, in modo da preservarne la qualità.

Considerato il «kobe dei maiali» per le infiltrazioni di grasso, la carne dei maiali di Mangalica è nota per la succosità e per la marmorizzazione. Ricca di Omega3 e Omega6 e di antiossidanti.

I prodotti

Le carni di Mangalica sono disponibili in ultracongelato: è una scelta fatta per garantire la migliore qualità possibile! Sia per ridurre la carica batterica e rendere utilizzabile in modo facile questa carne, sia anche perchè in questo modo se ne preservano sapori ed odori anche a molti chilometri -e tanto tempo- di distanza.

Qui sotto una selezione dei principali prodotti.